Mercedes-Benz: “crediamo ancora nel Diesel”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non è una novità: a noi appassionati di automobili, difficilmente il gasolio va giù. Ci lamentiamo dell’odore acre allo scarico, della consistenza oleosa del combustibile che lascia le mani viscide e macchia i vestiti, del rumore che non è appagante come quello di un equivalente propulsore a benzina e dell’allungo tipico dei motori Diesel che si ferma almeno 1.000-1.500 giri al minuto più in basso rispetto ad un motore alimentato con la “verde”. Eppure, il motore Diesel è tutt’altro che antiquato ed inutile…


LA REALTÀ DEI FATTI

 

Anzi, per le sue qualità di risparmio e di efficienza sulle lunghe distanze, anche noi spesso abbiamo apprezzato la sua efficacia. Mercedes-Benz OM654 Diesel E220dD’altronde, i motori Diesel moderni sono molto più raffinati e messi a punto rispetto a quelli di 30, 15 se non 5 anni fa; sono più silenziosi, più rispettosi dell’ambiente e anche più appaganti da condurre in maniera sportiveggiante.

Tutto questo, però, si scontra con le amministrazioni locali che stanno sempre di più osteggiando l’alimentazione a gasolio alzando delle vere e proprie barriere nei confronti dei motori Diesel. Il primo caso eclatante è stato quello della Capitale, che ha imposto lo stop alla circolazione delle auto a gasolio a partire dal 2024; e proprio in questi giorni ha risposto Palazzo Marino. Infatti, dal 2025 verrà sancito lo stop alla circolazione delle automobili a gasolio. Il colpo non sarà brusco: vi saranno degli step graduali. Nel 2019 verranno bloccate le automobili Euro 4 a gasolio senza filtro anti-particolato; nel 2024 toccherà ad Euro 4 con FAP ed Euro 5. Infine, nel 2025 verranno bloccate anche le automobili a gasolio Euro 6.


LA RISPOSTA DELLA STELLA

Ma nonostante ciò, vi sono alcuni costruttori che ancora credono fermamente nel motore Diesel: il capostipite di questi è Mercedes-Benz. Mercedes-Benz OM654 Diesel E220dIl marchio tedesco, infatti, ha introdotto per primo i motori alimentati a gasolio; nel 1936 per la precisione, portandoli ad essere sempre più raffinati tanto da introdurre il turbocompressore negli anni ’70 per far sì che il motore Diesel offrisse anche delle performance di tutto rispetto.

Oggi Mercedes-Benz propone tutta una serie di soluzioni alimentate a gasolio che possono migliorare l’esperienza di guida strizzando comunque un occhio nei confronti dell’ambiente. Lo dimostra il nuovo motore OM654 che equipaggia la Mercedes-Benz E220d: un 2.0 che eroga 194 cavalli di potenza e che nelle nostre prove ha da sempre dimostrato di riuscire a consumare anche meno di 6 litri per 100 chilometri nei percorsi ad andatura autostradale sebbene equipaggiasse una pesante station-wagon con tanto di cambio automatico e trazione integrale.

Mercedes-Benz OM654 Diesel E220dE non finisce qui, poiché Mercedes-Benz sta portando il Diesel su un livello ancora più alto offrendo una soluzione ibrida plug-in alimentata a gasolio: grazie, infatti, alla ricarica notturna sarà possibile percorrere ben 50 chilometri senza emettere alcun tipo di gas nocivo beneficiando comunque, all’occorrenza, dei consumi parchi di un motore a gasolio. Da questo e da tante altre motivazioni nasce lo spirito di Mercedes-Benz che, messa davanti all’ostilità dei Comuni, rammenta come la sua storia sia costellata di tentativi sempre più audaci di rinnovare invece che di adagiarsi sugli allori. Ed è per questo che, in risposta agli sbarramenti, Mercedes-Benz crede che sia meglio puntare sull’innovazione anziché sui divieti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *